Il telemarketing immobiliare funziona ancora?

di Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare In questo blog ho scritto già diversi articoli per spiegare agli agenti come generare lead e ottenere contatti utili a sviluppare il loro business. Tuttavia, in questo post ho voluto provare e rispondere a una domanda che sono sicuro che un sacco di agenti immobiliari si stanno ponendo: Il telemarketing immobiliare funziona ancora?

salvatore-coddetta-telemarketing-immobiliare

Telemarketing immobiliare: pregi e difetti. Le probabilità che una campagna di telemarketing immobiliare possa avere successo, al giorno d’oggi, sembrano essersi ridotte al minimo. A mio avviso, ci sono due ragioni principali per spiegare questa situazione:

  • Internet ha reso più facile ai privati trovare gli immobili di cui hanno bisogno
  • Il telemarketing immobiliare è stato effettuato da troppi agenti in modo orrendo e poco professionale, per molti anni, e questo ha avuto la conseguenza di creare una cattiva reputazione per tutti gli agenti (anche quelli che non facevano telemarketing)

Nonostante questo NON mi sento di dire che il telemarketing ha perso del tutto la sua utilità nel campo immobiliare. E questo per i seguenti motivi: 

  • Le case si sono sempre vendute facendo relazioni e il telefono è un ottimo modo per costruire un rapporto con le persone
  • Il telefono è un ottimo modo per ottenere un feedback dai tuoi clienti (acquirenti e venditori) che può aiutarti a migliorare la qualità dei tuoi servizi

Come posso utilizzare oggi il Telemarketing immobiliare?  Penso che questa è in realtà una domanda abbastanza semplice a cui rispondere. Ai miei occhi, al giorno d’oggi, ci sono due modi di utilizzare il telemarketing immobiliare. Non sto parlando di ricerche di mercato o di pulizia di database. Sto dicendo che il telefono può essere ancora utilizzato per generare direttamente nuovo business nel campo immobiliare. Questi sono i 2 modi di cui sto parlando:

  1. Chiamare contatti altamente mirati,
  2. Chiamare persone che hanno risposto a una call-to-action

Diamo un’occhiata a questi due modi in maniera più dettagliata:  Chiamare contatti altamente mirati Attualmente, l’unico modo per far funzionare una campagna di telemarketing immobiliare è chiamare una lista di persone altamente interessate a un immobile o a vendere la loro casa. Quello che voglio dire è che non è più sensato chiamare una lista di contatti a freddo, non qualificati, e sperare di trovare tra 200 o 2000 persone quello che potrebbe essere interessato. Questo è il genere di telemarketing immobiliare che ha creato una pessima reputazione agli agenti. Le campagne di telemarketing immobiliare che funzionano saranno quelle intraprese dopo una ricerca molto dettagliata condotta su ogni prospect qualificato. Ad esempio, prima di chiamare un proprietario venditore per la prima volta si dovrebbe sapere (almeno):

  • come il suo immobile si posiziona nel mercato immobiliare locale (E’ quello al prezzo più alto o più basso? E’ quello che si presenta in condizioni migliori o peggiori?)
  • tipologia e caratteristiche della loro casa
  • qualsiasi notizia che riuscite a raccogliere in zona sulla proprietà dei venditori e sui venditori stessi
  • la situazione finanziaria dei proprietari – La Due-diligence è una grande fonte per questo tipo di informazioni
  • In che modo i tuoi servizi possono essere utili per il proprietario

Facendo una ricerca del genere avrai maggiori possibilità di raggiungere il successo e fornire anche un servizio prezioso e necessario per il tuo nuovo cliente. Chiamare persone che hanno risposto a una call-to-action (magari in seguito a una campagna di web marketing immobiliare) Nel 2011, con il collega e amico Francesco Bersani, ho scritto un libro sul web marketing immobiliare. Ora vorrei solo sottolineare il fatto che il telefono può essere uno strumento molto utile, se abbinato al vostro programma di web marketing immobiliare, per trasformare i contatti virtuali in reali. Ad esempio, il processo potrebbe essere simile a questo:

  1. una prospect visita il tuo sito web e scarica un e-book in cambio di un nome, indirizzo email e numero di telefono
  2. l’e-book viene inviato automaticamente a loro con una e-mail introduttiva
  3. quindi si chiama il prospect circa una settimana più tardi per sapere se ha letto l’e-book e come lo si può aiutare

In questo modo non sarai invadente. Stai parlando solo con prospect che hanno interagito con il tuo sito e che già sanno chi sei. Pertanto, si dovrebbe ricevere una percentuale di successo molto più alta di quella che si otterrebbe da una campagna di telemarketing a freddo. Quindi, il telemarketing funziona ancora? La mia risposta a questa domanda è quindi “Sì”, se è fatto correttamente e con il metodo sopra descritto. Soprattutto se si effettua in abbinamento a una campagna di web marketing immobiliare, vale a dire se il telemarketing  fa parte del tuo processo per ottenere dei contatti. Se siete interessati al telemarketing immobiliare potete anche leggere il mio libro sul telemarketing immobiliare oppure iscrivervi al mio corso di telemarketing immobiliare Grazie per aver letto questo articolo e se vi è piaciuto potete commentarlo o condividerlo sulle vostre pagine social Autore: Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...